Giornata Mondiale della Poesia

In primo piano

Il Club per l’UNESCO di Roma, unitamente al Club per l’ Unesco di Terracina, celebra la Giornata Mondiale della Poesia il 21 Marzo 2018 h. 16,30
Sala Conferenze Biblioteca Nazionale Centrale
Viale Castro Pretorio 105, Roma

Giornata Mondiale della poesia 2018

Coordina Doriano Fasoliscrittore, critico, giornalista. Ha collaborato con diversi quotidiani il Corriere della Sera, La Repubblica, Il Messaggero, il Manifesto, l’Unità e riviste Panorama, Epoca, Rinascita, il Caffè Illustrato. È stato tra i fondatori dei cineclub romani Filmstudio e Politecnico. Insegna alla scuola di formazione Lo Spazio Psicoanalitico di Roma. Dirige due collane presso la casa editrice Alpes.

Interverranno:

Luciano Luisi, poeta, giornalista, narratore e drammaturgo. Voce autorevole ed apprezzata nel campo della critica d’arte e del giornalismo, ha collaborato con diverse testate e condotto per la RAI diversi programmi culturali. Vincitore di numerosi premi con una ventina di raccolte di poesia. Ha insegnato presso Istituzioni Accademiche. Conduttore del Premio Viareggio, Direttore de l’informatore librario, Segretario Generale del premio Fiuggi. Ha tradotto oltre duecento poesie d’amore di tutte le letterature.

Dante Maffia, poeta, romanziere, saggista. Il suo primo libro di poesie del 1974 è stato pubblicato con una prefazione di Aldo Palazzeschi. Vincitore di tutti i premi di poesia italiani compresi il Viareggio, il Camaiore, l’Alda Merini, il Città di Pistoia, il Montale e l’Alfonso Gatto. È stato tradotto in molte lingue compreso il cinese e il giapponese, lo svedese e il latino. In Parlamento è stato insignito dal Premio Giacomo Matteotti e nel 2004 è stato insignito dal Presidente della Repubblica Italiana della Medaglia d’oro della Cultura.

Marcia Theophilo, Brasiliana, poetessa, antropologa. Rappresenta l’Unione Brasiliana di scrittori in Italia. Vincitrice di numerosi premi. Ha pubblicato molti libri sull’Amazzonia. Ha tenuto una lectio magistralis al salone del libro di Torino nel 2011, presso lo Stand del Senato della Repubblica. È testimonial dell’iniziativa “Per una Cultura della Biodiversità”, promossa dalla Commissione Nazionale Italiana UNESCO nell’ambito della campagna di educazione allo sviluppo sostenibile (DESS). È candidata al premio Nobel.

Egone Ratzenberger, ambasciatore emerito della Repubblica Italiana. È entrato in diplomazia nel 1974. È stato Console Generale a Zurigo, Ambasciatore a Montevideo e a Bratislava. È Presidente dell’Associazione Amici Italia Austria.

Rodolfo Carelli, parlamentare dal 1976 al 1994, è stato segretario e vicepresidente della Commissione Cultura della Camera. Ma la sua passione è la poesia. Vincitore di molti premi, il Viareggio, il Dino Campana, il Minturnae Fedele, l’Afonso Gatto e il premio Presidenza del Consiglio nel 2001. Mario Luzi, grande poeta del ‘900 ha scritto la prefazione a tre delle sue raccolte. Nel 1980 ha fondato e presieduto, quale Presidente della FIAL, il Premio Nazionale ed Internazionale di Poesia Circe Sabaudia.

Antonio De Iudicibus, attore. Ha la passione per il teatro e la poesia partenopea. Ha portato in scena diverse opere della drammaturgia napoletana, in particolare di Eduardo De Filippo, recitando a Roma al Piccolo Eliseo, Dei Satiri , Ambra e in molti altri teatri italiani.

Avv. Maura GentilePresidente Club per l’UNESCO di Roma.
____________
Club per l’ UNESCO di Roma
Via Luigi Settembrini 38 – 00195 Roma

Flavio Ermini, Rilke e la natura dell’oscurità.

In primo piano

Discorso sullo spazio intermedio che ospita i vivi e i morti.

Lettura di Carmine Mario Muliere

Robert Delaunay, Torre Eiffel, 1911. New York, Guggenheim Museum

Robert Delaunay, Torre Eiffel, 1911.
New York, Guggenheim Museum

«Gli occhi dietro le loro palpebre /
si sono rovesciate e ora guardano dentro».
[Rainer Maria Rilke, Nuove Poesie]

 

Così, «Malte impara a vedere, ma anche ad ascoltare e a pensare». Continua a leggere

La voce in movimento

Nicola Frangione. Reading-performance di poesia-sonora
La voce in movimento e trasversalità video-sonore

Nicola Frangione

Nicola Frangione

L’esperienza e i concerti di Poesia Sonora con Nicola Frangione sono orientati verso quella che alcuni artisti definiscono: “drammaturgia delle arti”. L’attenzione al gesto come elemento espressivo fondamentale segna in maniera indelebile il suo lavoro. Abbiamo allora una vocalità che, da una parte, partecipa alle performances del corpo, ponendosi alla stessa stregua degli altri elementi linguistici, dall’altra, si manifesta in veste di protagonista, in tutta la sua compiutezza, in una dimensione sonora che si lega al testo e alla musica secondo modalità intermediali, rispettando gli orientamenti fondamentali della “poesia sonora”, ben consolidati in mezzo secolo di prassi e di osservatorio pragmatico. Continua a leggere