Concerto: Musica per la Ricerca

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

L’Associazione nazionale CCSVI nella Sclerosi Multipla Onlus, in occasione della Settimana Mondiale della CCSVI che si svolgerà dal 3 al 10 maggio, invita al concerto “Musica per la Ricerca” che avrà luogo a Roma, lunedì 4 maggio alle ore 18 presso la Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra, in piazza Sant’Agostino 20/a, a pochi metri da piazza Navona.

locandina_1_curve

Il concerto, aperto al pubblico, sarà eseguito dall’Orchestra sinfonica giovanile “Falcone Borsellino”, testimonial della nostra Associazione formata da giovanissimi ragazzi siciliani sottratti al disagio sociale dalla Fondazione catanese La Città Invisibile. Altra protagonista sarà la soprano Dominika Zamara – assieme al chitarrista Pierluigi Panfìli (Accademia Romana di Liuteria) –  da tempo solidale con l’Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla.

Ospite d’eccezione il Presidente del Senato Dott. Pietro Grasso, il quale ha già assicurato la sua presenza.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha annunciato un Suo segno di riconoscimento per le due Onlus.


Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla – ONLUS
Organizzazione: ROBERTO VILLA
L’evento è ad entrata libera, vi preghiamo pertanto di prenotare: roberto@lavororoberto.it


CCSVI nella Sclerosi Multipla Onlus nasce nel 2010 per sostenere la ricerca sull’Insufficienza Venosa Cronica Cerebro Spinale (CCSVI) e la Sclerosi Multipla (SM) ed assistere i malati affetti da tali patologie.  La CCSVI è una sindrome scoperta dal professor Paolo Zamboni dell’Università di Ferrara che ne ha studiato la correlazione con la Sclerosi Multipla assieme al neurologo Fabrizio Salvi dell’ospedale Bellaria di Bologna.  Forte delle evidenze scientifiche e convinta sostenitrice della libera ricerca pubblica, l’Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla Onlus da anni promuove studi in ambito neuro vascolare, informa pazienti, operatori sanitari, medici e l’opinione pubblica attraverso i media.  La CCSVI in determinati casi può essere curata mediante un intervento chirurgico di angioplastica dilatativa della vena (PTA) o con intervento chirurgico in aperto. Studi preliminari hanno mostrato miglioramenti della qualità della vita dei pazienti che si sono sottoposti a trattamenti delle malformazioni venose. Nella convinzione che la terapia della CCSVI costituisca una concreta speranza per i malati di Sclerosi Multipla e di altre malattie neurodegenerative l’Associazione opera da anni nell’avanzare proposte concrete a istituzioni e centri di ricerca.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×